Introduzione al sistema dei Chakra

I Chakra, anche chiamati centri di forza dell’Essere, sono dei punti allo stesso tempo fisici, li possiamo percepire concentrandoci su una zona precisa del nostro corpo, ed energetici. Hanno delle correlazioni con degli organi fisici ma governano anche una particolare sfera emotiva e psichica.

Nella tradizione tantrica e yogica c’è l’idea che lavorando su questi punti possiamo lavorare allo stesso tempo sulla nostra salute fisica, sulla nostra sfera psichica e sul nostro equilibrio emotivo. E’ un’idea che sottende la gran parte delle filosofie e delle medicine orientali: corpo, mente e spirito non sono qualcosa di slegato ma di profondamente correlato e agire su uno di questi tre poli significa avere inevitabilmente degli effetti sugli altri due.
Possiamo vedere anche i Chakra come delle porte che collegano il nostro mondo interiore con l’esterno, siamo un sistema che scambia energia con l’esterno, a tutti i livelli. Sotto un altro aspetto, possiamo vedere i Chakra anche come delle radioline, quando un Chakra è armonioso è come se riuscisse a collegarsi a una certa frequenza di vibrazione. Ma come si lavora sui Chakra? In molti modi: attraverso le posture yoga, attraverso la meditazione ma anche attraverso la consapevolezza di un’esperienza sensoriale o cercando di mantenere una determinata attitudine. E vale il contrario, quando abbiamo un determinato Chakra attivato in maniera armoniosa tendiamo ad avere un certo atteggiamento fisico, mentale ed emotivo, tutto questo ovviamente in combinazione con la nostra personalità e il nostro modo di essere.

I Chakra sono 7 e sono situati lungo l’asse centrale del nostro corpo, dal fondo della colonna vertebrale alle cima della testa:

MULADHARA CHAKRA – il Chakra della radice al fondo della colonna vertebrale
SWADHISTHANA CHAKRA – il Chakra erotico
MANIPURA CHAKRA – il Chakra dell’ombelico
ANAHATA CHAKRA – il Chakra del cuore
VISHUDDHA CHAKRA – il Chakra della gola
AJNA CHAKRA – il Chakra mentale
SAHASRARA CHAKRA – il Chakra spirituale situato sopra la cima della testa

I primi sei Chakra - dal fondo della colonna al centro della fronte - sono Chakra polari ovvero, semplificando, è come se avessero due poli di una calamita: uno positivo e uno negativo. Il polo negativo è collegato a un aspetto ricettivo, femminile, lunare, Yin. Il polo positivo è collegato a un aspetto emissivo, maschile, solare, Yang. Il concetto è simile a quello della psicologia contemporanea occidentale che vede in ognuno di noi presente un aspetto femminile e uno maschile.

I diversi Chakra hanno un diverso grado di raffinamento, dal basso verso l’alto. Un Chakra superiore avrà un’energia più raffinata e una frequenza di vibrazione più alta rispetto a un Chakra inferiore. Tuttavia tutti i Chakra sono ugualmente importanti perché per avere dei Chakra superiori attivati in maniera armoniosa è necessario avere dei Chakra inferiori ben sviluppati e aromonizzati. E’ come dire che la parte più affascinante di una casa è la favolosa terrazza piena di verde e di luce che c’è in cima, ma non potrebbe esistere se la casa non avesse delle buone fondamenta.

Iscriviti alla newsletter
Per ricevere comunicazioni, offerte e promozioni speciali lascia il tuo nome e la tua email